giovedì 30 aprile 2015

Most Played April '15

E rieccomi con un altro post #mostplayed, finalmente!

Capita che salti qualche mese perché o non mi trucco o lo faccio tipo 2-3 volte al mese (lo so, siete sconvolte XD). Come sempre, andate a dare un occhio a quella tenerina di GoldenVi0let che dispensa biscottini amorevoli a chi partecipa! :3

Dal momento che questo mese ho acquistato qualche cosina e, complice la curisiotà, ho utilizzato alcune new entry e una vecchia conoscenza poco simpatica, ma dovrò pur finirla prima o poi, no?


Acqua Micellare Garnier
Non avevo mai usato acque micellari finora. Fustigazione in pubblica piazza, ora. Eh, però è vero: sullo struccaggio non sono una vera pro, di solito utilizzo un latte detergente, qualche salvietta ogni tanto e poi acqua e sapone per pulire il tutto. La fiera della banalità. Complice uno sconto su questo bottiglione, ho comprato l'acqua micellare della Garnier (sui 5 euro, io l'ho pagata 3,50 euro) che devo dire, il suo sporchissimo lavoro lo fa. Toglie chili di mascara e trucchi anche belli strong, non ha un odore e un gusto schifoso quando strucco le labbra e non mi sembra che irriti o altro. Ovviamente non posso fare nessun paragone, ma per ora non mi dispiace per nulla.

Essence Blush Up! Heat Wave
Ah. Credo di essere entrata nella stagione dei blush. Ultimamente guardo e sogno blush ad ogni occasione possibile. Come quando sono passata allo stand Essence e ho visto Heat Wave (sui 4 euro e la cialda è gigante) e l'ho afferrato come il caro Gollum con l'unico Anello. Mio tesssoro. Motivazioni? Il colore: caldo, aranciato, perfetto per me che con queste tonalità ci vado d'accordissimo. E poi il nome: chi ha letto i libri di Castle mi capirà. Come facevo a lasciarlo lì? Sulle note "tecniche" è un bel blush, si lascia costruire e non è eccessivamente pigmentato (che per colori simili sarebbe uno svantaggio più che un vantaggio, a mio parere), mi piace il fatto che abbia due componenti che si uniscono nel mezzo e permettono di avere di fatto tre tonalità diverse, da quella aranciata a quella corallo e infine una più rosa. Mi piace molto, è fresco e sa di estate.

Essence Lash Princess Volume Mascara
Gettato con un triplo salto carpiato avvitato nel cestino il navigato Lashes Go Wild (uscito di produzione) sempre di Essence, perché ormai secco e arrivato alla sua inesorabile fine, ho deciso di provare questo mascara (solito costo dei mascara Essence, sui 3-4 euro) che promette volume e ha un packaging carinisssimo. Lo scovolino è piccolo e ricurvo (simile a quelli in plastica, ma questo è in setole) e ammetto che le prime applicazioni mi ha stupito in positivo. Sul volume aspetto a pronunciarmi, ma oltre allo scopo che si prefigge, devo dire che è sufficientemente nero e fa delle ciglia giga-lunghe.

MAC Mineralize Foundation, NC25
Eccolo il prodotto "vecchia conoscenza" che sto cercando disperatamente di finire. L'ho comprato ormai da un po' (non credo sia scaduto, ma poco ci manca) e questo, oltre al fatto che non mi faccia impazzire, mi sta spingendo ad usarlo per cercare di finirlo. Il colore è un filino troppo scuro per me e questo non aiuta dal momento che il mio collo è visibilmente più chiaro del viso. Lo uso quindi a piccole dosi, anche perché è uno sorta di mousse e sinceramente non mi fa impazzire.

Note to self: la prossima volta fatti furba, Silvia, e sii più oculata e ragionevole, che 30 sacchi sono sempre 30 sacchi, per l'amor di Odino.

Essence pennello angolato e da sfumatura
La donna col pennello angolato, la chiamavano. No, sul serio, credo di dovervi parlare di questa mia ossessione per i pennelli angolati. Soprattutto di questi pennellini Essence (di cui ho praticamente tutte le varianti messe in commercio dal marchio). Questo è l'ultimo di una serie, molto piccolino e di precisione, io li uso praticamente per ogni cosa: sopracciglia in primis (che devo ridisegnare minuziosamente per mancanza di materia prima), per gli eyeliner e anche per disegnare il contorno delle labbra e riempirle. 

Il pennello da sfumatura l'ho comprato per sfizio, già che c'ero. Non è il massimo e perde anche peletti al lavaggio, ma per il prezzo modico pagato, non vorrei neanche lamentarmi più di tanto. E poi i pennelli da sfumatura, come quelli angolati, non sono mai abbastanza. MAI.

E.l.f Studio Blush, Superstar
Anche questo, insieme al suo amico Encore, sono una super novità. Li ho comprati in vista della chiusura (?) del sito e.l.f. e la conseguente svendita matta, per cui li ho pagati poco più di 2 euro l'uno. Questo blush, in particolare, è super bello per i miei gusti: un corallo sparatissimo a cui bisogna fare un'attenzione maniacale nel stenderlo perché è pigmentato as hell. Non sto a dirvi di Encore, che è quasi impossibile stendere senza sembrare Heidi, ma ci si riesce, dai. Superstar l'ho provato anche sulle labbra e mi fa impazzire. Dovrò usarli velocemente, sperando che non si secchino nel giro di poco perché mi rattristerebbe molto la cosa.

Per questo mese è tutto. E voi cosa avete utilizzato di più? Fatemi sapere!

domenica 19 aprile 2015

Frühling in Paris

Oh non, rien de rien
Oh non, je ne regrette rien
Wenn ich ihre Haut verließ
Der Frühling blutet in Paris
Rammstein, Frühling in Paris

Per me primavera significa anche look romantici, Rammstein e Parigi. Facciamo il botto con Frühling in Paris (ascoltatela mentre leggete, non ve ne pentirete) e con questo look decisamente non usuale per i miei soliti standard, ma che sì, finalmente mi sa di primavera e di look fresco e sereno.
Diciamo che alterno fasi di ma chissene frega dei look stagionali, io ci piazzo Nightmoth e tante care cose, a che bella giornata oggi, ci sta un bel look primaverile e fresco. Lunatica come sempre, non credo ci sia una cura.

Il look in sè non è stata una cosa voluta (anche perché inizialmente ho preso Nightmoth e ho faticato a non sbrodolarmi anche le orecchie con la mia matita del cuore), ma ho fatto un bel mix di prodotti most loved e collaudati nel tempo e di prodotti in primissima prova e questo è il risultato che ho ottenuto.



Sulla palpebra fissa e all'angolo esterno ho utilizzato Fondente di Neve Cosmetics per scurire e scaldare la piega e nella parte iniziale della palpebra mobile ho usato Ground State* di Nabla. Nella rima interna la pastello occhi Petrolio di Neve e come eyeliner il nuovissimo acquisto e.l.f cosmetics, Copper, per un effetto discreto e non troppo forte, come un eyeliner nero. Sulle guance e sulle labbra ho sfumato Superstar, blush liquido della linea Studio sempre di e.l.f. Sulle labbra è diventato matte in pochi secondi, rendendolo praticamente un rossetto a lunga tenuta, il che non mi dispiace affatto e ha anche una puntina di corallo da non sottovalutare.




PRODOTTI UTILIZZATI:
MAC Mineralize foundation
Essence All about matte compact powder
elf cosmetics blush HD, Superstar (lips /cheeks)
kiko eye base primer
Neve Cosmetics e/S: Espresso (brows), 
Fondente, Butterfly, Bon Bon,
Nabla Cosmetics e/s: Ground State*
elf cosmetics cream eyeliner, Copper
Neve Cosmetics pastello occhi, Petrolio
Essence Lash Princess mascara (rosa)


Nonostante non sia propriamente un look che mi contraddistingue, lo trovo decisamente indicato per chi ama truccarsi o che osa spesso ma a volte necessita di look del genere per diverse occasioni. Cosa ne pensate? Anche voi siete lunatici come me e alternate matite e rossetti darkdellamorte a look romantici e meno impegnativi? Fatemelo sapere nei commenti!