martedì 25 febbraio 2014

Series Inception: Lafayette Reynolds [True Blood]

Pensavate che ci fossimo fermate con la serie di post sulle gnocche delle serie TV? E invece no! Io e Francesca siamo più attive che mai e il Series Inception di oggi è il più figocazzuto finora... Non tanto per il trucco, quanto per il personaggio in sè. Non è una gnocca, tantomeno una donna, ma Lafayette è il grado superlativo dei makeup fighi fighi in televisione, un personaggio che si descrive da solo, nel vero senso della parola:
Ama i colori, ama gli eyeliner importanti e le ciglia finte chilometriche come ogni Drag Queen che si rispetti e noi lo amiamo per tutto questo.Vi dirò di più: quando abbiamo pensato di iniziare quest'avventura, il primo personaggio che ci è venuto in mente è stato proprio lui! E ora finalmente abbiamo avuto l'occasione di riprodurre uno dei suoi spettacolari makeup. Questo è il trucco a cui ci siamo ispirate:
Uno smokey nero-grigio con una sfumatura viola pazzesca e altrettanto pazzesche ciglia finte. Io e Fran ci siamo divertite un sacco a ricrearlo, ma non ci siamo fermate al solo look degli occhi e abbiamo deciso di catturare l'anima stravagante, nera e drag queeniana di Lafayette anche nei dettagli. Io ho optato per una base nera nella parte esterna della palpebra mobile e verde in quella interna, poi ho appilcato un ombretto nero per fissare il tutto (il verde purtroppo nelle foto non si nota, ma qualche riflesso nella realtà si vedeva!). Nella piega ho sfumato un viola matte molto intenso fino all'arcata sopraccigliare, unendolo al nero sotto e e facendolo svanire con un rosa carne sotto l'arcata. L'eyeliner esteso all'infinito verso l'esterno era d'obbligo, insieme alle ciglia finte. Nella rima inferiore ho applicato solo una matita nera e l'ho sfumata leggermente, sporcando un po' le ciglia. L'highlight all'interno dell'occhio più vistoso che mai, rossetto non pervenuto e il look è finito! Il tocco finale? Due orecchini poco visibili e un foulard in testa multicolore. Questo è il risultato:

Come fai a non fare facce da "bitch" con un look simile? :D


"I mean... What the Fuck?"

PRODOTTI UTILIZZATI:
MAC Mineralize Foundation, NC25
Maybelline Affinitone Concealer, Sand
Essence, All About Matte Compact Powder
Essence Sun Club Bronzing Powder, Brunettes
E.l.f. Blush, Mellow Mauve e Coy (highlighter)
Kiko Eye Base
Neve Cosmetics Pastello Occhi, Liquirizia
NYX Eye/eyebrows pencil, Emerald Green
Neve Cosmetics e/s: Espresso, Black Sheep, Bonbon, Etoile
Sleek MakeUP e/s (Ultra Mattes v1 palette): Sugarlite, Floss
H&M Liquid Eyeliner Pen, black
Essence, Lashes Go Wild Mascara
Sleek MakeUP false eyelashes, Burmilla
No brand lip pencil
Kiko Extra Volume lipgloss, n° 10

Spero vi piaccia tanto quanto piace a me... mi sono davvero divertita un mondo a ricreare il mio adorato Lafayette! Fatemi sapere cosa ne pensate e in ultimo... andate a vedere il look di Francesca!!!
Edel Jungfrau

PREVIOUSLY...
SIL:
Abby Sciuto
Melinda Gordon
Regina/The Evil Queen

Pamela[True Blood]
Kate Austen [LOST] 
Ruby [OUAT]

FRAN:
Max Black
Gabrielle Solis
Regina/The Evil Queen

Pamela[True Blood]
Elisabeth Burke [White Collar]
Ruby [OUAT]

STAY TUNED FOR OUR NEXT EPISODES.

sabato 22 febbraio 2014

Brown Is The New Black

Avevate tutti bisogno di un ennesimo trucco #noiah. Lo so bene, ecco perché vi faccio vedere questo mirabolante trucco fuori dal normale, con effetti speciali e glitter all ovah. Gh.
Scherzi a parte, questo è uno dei miei classici trucchi "nonchotempo" perché capita di non avere troppo tempo per truccarsi e prepararsi. CAPITA. In realtà quando ho davvero pochissimo tempo, spesso uso solo un ombretto a tutta palpebra, mascara e fa che n'abbia, ma anche questa è una valida alternativa per me.

Come colore sulla palpebra mobile ho usato l'ombretto in crema Pupa, Burgundy. L'ho steso con le dita solo sulla palpebra mobile e l'ho sfumato leggermente con un pennello verso la piega, prima che si asciugasse del tutto; ho usato un marrone freddo (Espresso) per creare una sfumatura diffusa all'angolo esterno, seguendo una forma a V che va dall'attaccatura delle ciglia all'interno della piega dell'occhio. Per sfumare ulteriormente ho usato un marrone più chiaro ma questa volta caldo (Noisette) per dare un contrasto piuttosto evidente, ma mantenendo l'effetto sfumato e smokey che mi piace abbestia. Nella palpebra inferiore ho applicato e sfumato gli stessi colori: prima Burgundy come base, poi Espresso e Noisette con un pennello da sfumatura grande. Ho illuminato l'arcata sopraccigliare e l'angolo interno con un bianco matte (Coco), matita nera all'interno dell'occhio e mascara. Spesso non metto neanche l'eyeliner in questi trucchi perché mi piace mettere in risalto la parte inferiore dell'occhio, piuttosto che quella superiore. Vampirla-style, per capirci :) Per le labbra nulla di speciale, ho usato una matita senza marca (sob), una specie di reliquia che però funge ancora, e ho riempito tutte le labbra dopodiché ho applicato un velo di gloss trasparente, solo al centro delle labbra.
Quack Quack, Motherfuckerz.
PRODOTTI UTILIZZATI:
Maybelline Affinitone Concealer, Sand
Neve Cosmetics Cipria, Cannes
Neve Cosmetics Blush, English Rose
Pupa cream eyeshadow, Burgundy n° 501
Neve Cosmetics e/s: Espresso, Black Sheep, Noisette, Bon Bon, Butterfly, Coco
Neve Cosmetics Pastello Occhi, Liquirizia
Essence I Love Extreme Mascara
Natural lip pencil, (no brand)
Kiko extravolume lipgloss, 10

Io mi trovo sempre a mio agio con trucchi di questo tipo, piuttosto che con altri. Voi cosa ne pensate? Vi piacciono più i marroni o più i colori accesi? Parliamone xD
Baci,

mercoledì 12 febbraio 2014

Prodotti Finiti del Secolo. Alla scoperta dei contenitori vuoti pt. 1

Io non ci credo. Sul serio, non ci credo che sto scrivendo questo post. Per anni ho visto video e letto 
post di prodotti finiti e mi sono sempre chiesta: "Ma quanto cazz la usano la roba per finirla? Io non finisco mai nulla..." Eh, poi ho semplicemente capito che la roba -sì, Silvia- la roba VA USATA.
Infatti, giusto pochi giorni fa ho iniziato a fare mente locale e mi sono resa conto che dovevo fare scorta di questo e di quell'altro perché non ne avevo più e, sempre nello stesso momento, ho iniziato a tirare fuori barattolini e confezioni vuote o semivuote. E con grande gioia ho capito che anch'io posso finire i prodotti e parlarne come una blogger di tutto ris...coff, coff.
Questo è quello che mi si è presentato davanti.  
Eccetto lo sfondo fioroso, quello l'ho messo per fare bella figura sul blog, gnegne.
LUSH MASCHERITA PIPERITA
Ciao Mascherita, ti ho voluto tanto bene. Non avevo mai provato nulla di Lush e quant'è vero Odino mi sto pentendo di vivere in burundi e non avere un negozio fisico vicino casa, perché alcune cosine mi piacciono molto. La Mascherita è stata amata e la mia pelle estremamente grassa continua a ringraziare (anche adesso, dopo aver lavato via dal viso l'ultimo po' di maschera rimasta nel barattolo <3 ). Non dico che faccia miracoli, anche perché per il tipo di pelle che ho servirebbero eccome i miracoli, ma nell'immediato e nei giorni seguenti è davvero un toccasana, una coccola dolcina dolcina. E' fresca, non mi secca la pelle se la lascio un po' di più in posa e, dopo aver lavato via tutto, la pelle rimane morbida e opaca. L'amore. Ne voglio ancora. Ora.

KIKO EYE BASE
Non sono una grande fan di Kiko ad essere sincera; a parte qualche sporadica cosetta caruccia, non presto molta attenzione alla linea permanente, ma il primer occhi... Il primer mi dura da mattino a sera, senza muoversi minimamente. Ricordo ancora i week end sfrenati della movida alternativa torinese (LOL), quando mi truccavo alle 2 del pomeriggio per uscire e tornavo a casa alle 7 di mattina ed era ancora tutto lì, inamovibile, quasi perfetto.L'ho ricomprato qualche giorno fa. Enough said.

MAYBELLINE AFFINITONE CONCEALER - SAND
Questo è il correttore delle "spese ad mendula canis". Ne avevo bisogno immediato e l'ho comprato. Il colore quasi sicuramente non è adatto alle mie occhiaie blu-verdi ma, dal momento che sono pessima e spesso me ne frego anche un po' se si vedono le occhiaie e sembro morta, l'ho usato lo stesso. Non le copre perfettamente ma per "rattoppare" è un buon alleato. Un altro esempio di come so essere pessima: lo uso anche su tutto il viso, nelle peggiori mattine di caracas: come se fosse un fondo liquido, inciprio e vado a lezione. Lapidatemi. E consigliatemi un nuovo correttore, se mi volete bbene.

NEVE COSMETICS CIPRIA MATTE
Sono una grande sostenitrice delle ciprie minerali e quelle di Neve mi piacciono davvero molto, ma la Matte secondo me predica bene e razzola male: da una cipria che si chiama MATTE io mi aspetto che mi mattifichi le zone più problematiche del viso e che l'effetto sia duraturo. Usandola e riusandola, l'effetto velluto svanisce quasi subito e la mia fronte torna ad essere grassa come le patatine dei fast food (ho reso l'idea? Sì, che schifo). Cosa che non sto riscontrando con la Cannes che ho già ricomprato, perché su di me funziona piuttosto bene.

ESSENCE GEL EYELINER - MIDNIGHT IN PARIS
Ahimè, dopo anni ho deciso che devo buttare questa reliquia. Lo tenevo nel cassettino degli eyeliner in gel perché, insieme al Kiko, è stato il mio primo eyeliner cremoso e mi ha dato tante belle soddisfazioni in tempi non sospetti. Ora è tutto raggrinzito e spaccato in mille pezzi ed è arrivato il momento di salutarlo definitivamente. Ai tempi avevo comprato anche quello viola che però, misteriosamente, è ancora stendibile.

ESSENCE SUN CLUB OIL CONTROL PAPER
La mia vita è cambiata dopo aver scoperto queste veline... ho già fatto scorta per paura di rimanere senza! La scoperta dell'acqua calda, lo so, ma insisto sul fatto che la mia pelle è stronza come poche e queste piccole accortezze sono vitali per me. Fogliettini salva giornata che porto sempre in borsa.

ESSENCE I LOVE EXTREME
Il famoso, celeberrimo I Love Extreme di cui tutti parlano. Mi piace molto, ma non credo sia questo gran miracolo per me. Forse perché ho delle ciglia un po' sfigate (le ciglia a sinistra sono più sparate e rade rispetto alla destra, misteri della fede...) ma per me è un mascara come tutti gli altri. Lo scovolino grande è utile tranne quando te lo ficchi in un occhio, però. In generale, non sono molto esigente in fatto di mascara e mi piace cambiare, quindi sicuramente non lo ricomprerò a breve.

E con questo, termino i prodotti preferiti del secolo. Chissà quando avrò l'occasione di finire di nuovo qualcosa... Baci,


lunedì 10 febbraio 2014

Le Review Semiserie: E.l.f Studio Matte Lip Colour #Rich Red

Quanto tempo è passato dall'ultima volta che ho avuto la sfrontataggine di recensire un prodotto? Sadly, ancora non sono arrivata ad un livello di consapevolezza da beautybloggerz tale da pensare che magari a qualcuno interessa anche cosa mi spiaccico in faccia. Perché vi interessa, no? Good.
Dunque, oggi ho deciso di scrivere due parole su questo pennarellone rosso della E.l.f., dal momento che mi è stato chiesto più volte come fosse e se valessa la pena averlo. In verità vi dico: Sì. E' un rosso classico che più classico non si può, ma ha un jenesaisquoi che lo rende speciale. Speciale nel mio piccolo mondo, chiaramente.

     E' matte.
    Se c'è una formula che più amo sulle labbra è il matte e non mi interessa se mi sfarina le labbra, me le spacca o mi tira le pellicine. Il rossetto su di me deve essere matte e Rich Red lo è; un matte che però non ha la classica caratteristica "a presa rapida": è morbido e confortevole e solo dopo un'oretta inizia a stamparsi bene sulle labbra.
    Il colore
    Dicevo che Rich Red è il rosso classico, o così sembrerebbe: un rosso fragola decisamente* freddo. Visto che sono una capra a capire il vero tono dei colori lascio alle foto l'arduo compito di fare chiarezza. E' un punto di rosso con cui pensavo di non vedermi e, anzi, quando lo comprai pensai che forse non lo avrei mai usato come volevo. Sbagliavo perché è davvero, davvero uno spettacolo sulle labbra. Eccolo indossato nel look di Pamela (Series Inception)
         *decisamente = ho avuto l'aiuto da casa di amiche/bloggerZ fidate. LOL
      L'applicazione.
      Io lo trovo semplice e pratico. Forse applicare un rossetto con un pennarellone non è l'ideale per qualcuno, ma personalmente trovo sia meglio una mina di queste dimensioni rispetto ad un rossetto classico (che è grosso il doppio!).
      Non è una matita, non è un rossetto. Sa soltanto quello che non è.

      Il prezzo
      Dico solo: 3.75 £ sul sito ufficiale E.l.f. per un colore bello bello bello. Le altre colorazioni non mi fanno impazzire, senza contare che ho preso qualche cantonata con e.l.f. all'inizio e, per quanto economici, preferisco scegliere cose che so non essere dei #failcolossali. Ad esempio tutto quello che fa parte della linea Studio è considerato piuttosto valido, dai rossetti ai pennelli.
      La durata
      E' longevo. Tanto longevo. Il record di durata *livello extreme* (ovvero quando sai che la tua giornata inizia alle 8 e finisce alle 20, metti il rossetto e non lo ritocchi manco a morire per vedere fin quando resiste) è di 11 ore mangiando, bevendo, parlando e fumando qualche sigaretta. Ovviamente tornanado a casa era ormai screpolato, spellacchiato e tutto ma il punto è che il colore era ancora lì. Non durerà come altri rossetti, ma la sua porca figura la fa e in media, su di me, dura 3-4 ore perfettamente senza sbiadire, ma come ho già detto anche di più volendo e sempre senza riapplicare. Quello che mi piace di questo prodotto in particolare è la sua praticità; infatti, spesso lo porto in borsa e, se mai dovessi fare un ritocco mentre sono in giro, mi verrebbe estremamente facile.
      Che dite? Vi piace? Non vi piace?
      Baci,




      *E scriviamolo sto disclaimer: No, nessuno mi inviato il prodotto, nessuno mi ha pagato per dire che è bello, nessuno mi ha detto cosa scrivere, quando, perché e percome. Le cazzate che ho scritto, sono cazzate profondamente e sentitamente mie.